News

28/04/2022

Matomo o Google Analytics, come scegliere il software per l'analisi del traffico del sito web?

Il tema della privacy e del rispetto della riservatezza degli utenti su internet sta diventando sempre più importante negli ultimi tempi, soprattutto con l'avvento del GDPR.

Chi ha un sito web dovrebbe chiedersi come fare per analizzare il traffico degli utenti rispettando allo stesso tempo la loro privacy e trattando i loro dati secondo quanto raccomandato dal Garante.

In questo articolo vogliamo mettere a confronto Matomo con Google Analytics per capire quali sono i vantaggi nell'usare uno rispetto all'altro.

L'attenzione verso strumenti alternativi è aumentata a seguito di alcuni esposti contro Google Analytics per il trasferimento di dati potenzialmente illecito dall'Unione Europea verso gli Stati Uniti.

Aggiornamento del 23 Giugno 2022

Il Garante Privacy italiano ha dichiarato illegale l'uso di Google Analytics, poiché vengono trasferiti i dati all'esterno dell'area europea, in questo caso negli Stati Uniti d'America.

Cos'è Matomo e perché è un'ottima alternativa a Google Analytics?

Matomo è un software libero per fornire report dettagliati e in tempo reale sui visitatori di un sito web. È simile a Google Analytic nelle sue funzionalità ma presenta alcune peculiarità che lo differenziano in modo sostanziale, rendendolo unico nel suo genere.

Google Analytics invece, è lo strumento più conosciuto e utilizzato da chi vuole monitorare il traffico nel proprio sito web. Si trovano già molti articoli che spiegano come usarlo e illustrano i vantaggi che può dare. Per questo motivo abbiamo deciso di parlare di Matomo, software che noi installiamo nei siti web dei nostri clienti, sia in alternativa che in aggiunta a Google Analytics.

Caratteristiche principali di Matomo:

  • è un software libero, open source, quindi utilizzabile da chiunque gratuitamente;
  • può essere installato sul proprio server oppure usato in cloud;
  • offre un controllo totale sui dati, che possiamo salvare sul nostro database, anzichè cederli interamente a terzi come nel caso di Google Analytics;
  • offre numerosi plugin per estendere le funzionalità;
  • può essere personalizzato a seconda delle esigenze;
  • rispetta la privacy ed è più conforme al GDPR rispetto ad altri strumenti come Google Analytics;
  • i dati raccolti sono reali, non vengono fatte analisi "a campione" come fa Google Analytics.

Perché usare Matomo?

Le tre ragioni principali per usare Matomo sono la proprietà e il controllo sui dati e il rispetto della privacy degli utenti. Installando Matomo abbiamo il controllo totale sui dati perché possiamo installare il software direttamente sul nostro server.

Potremmo quindi configurare un Database MySQL in cui salvare tutti i dati processati da Matomo, e in qualsiasi momento potremmo decidere di cancellare tutti questi dati, anche eliminando il database se necessario.

Quindi abbiamo il 100% di controllo su quello che viene fatto da Matomo. Inoltre, essendo un software open source, possiamo sapere esattamente quello che viene fatto nel back-end, e volendo potremmo addirittura modificare i file a nostro piacimento.

La proprietà dei dati garantisce livelli di privacy più elevati in quanto rimangono all'interno del proprio server senza che questi vengano ceduti all'esterno.

Le stesse cose non possiamo farle con Google Analytics: certo, possiamo chiedere la cancellazione dei dati, ma senza averne il pieno controllo. In più, non abbiamo alcun modo di sapere cosa venga fatto con i dati raccolti tramite il nostro sito internet.

Quali sono le funzionalità di Matomo?

Con Matomo possiamo avere funzionalità base e avanzate, come ad esempio:

  • analisi del traffico sul sito web
  • analisi delle sessioni
  • comportamento degli utenti sulle pagine
  • acquisizione da motori di ricerca e social
  • impostazioni di obiettivi

Inoltre possiamo estendere le funzionalità con i plugin di Matomo, quali ad esempio:

L'unico svantaggio è che alcuni plugin sono a pagamento, quindi conviene realmente utilizzarli solo in casi particolari in cui ci sono delle esigenze specifiche, ad esempio quando vi è la necessità di effettuare approfondite analisi sull'utilizzo di un sito web da parte degli utenti.

Nella maggior parte dei casi comunque, l'uso base di Matomo è più che sufficiente. C'è anche da considerare se sia più importante rispettare la privacy degli utenti, anche a costo di pagare un plugin, piuttosto che rischiare di ricevere multe per aver violato il GDPR, oppure dover rinunciare al proprio strumento di analisi, come successo quando Google Analytics è stato dichiarato illegale in Austria.

Quando invece usare Google Analytics?

Analytics è comodo e conviene usarlo quando ci importa poco di come vengono trattati i dati di navigazione e quando le esigenze sono molto semplici, perché di base ha più funzionalità e offre più integrazioni con altri strumenti Google.

Supponiamo di voler integrare Google Search Console con Analytics, oppure con Google Ads, è tutto fattibile facilmente essendo entrambi strumenti dello stesso marchio.

È giusto precisare che anche Matomo offre la possibilità di analizzare le parole chiave ricercate sui motori di ricerca.

Matomo è conforme al GDPR?

, o almeno se configurato nel modo corretto, cioè se lo installiamo su un server in Europa e raccogliamo i dati in Europa.

Diversamente, se raccogliamo dati in Europa ma poi li mandiamo a un server negli Stati Uniti nel quale abbiamo installato Matomo, allora rischiamo di violare il GDPR, ma per colpa dell'installazione errata, non del software.

Come si comporta Matomo con i cookie?

Se usiamo Matomo On-Premise, cioè installato su un server gestito da noi, i cookie diventeranno di prima parte. Invece, con Google Analytics saranno sempre di terza parte e questo può porre delle problematiche serie in termini di rispetto delle linee guida del Garante Privacy sui cookie.

Chiaramente qualora usassimo Matomo in soluzione cloud, i cookie sarebbero di terza parte, anche per questo è sempre meglio preferire la strada self-hosted.

In ogni caso, è disponibile la lista di cookie impostati da Matomo che possiamo leggere per capire meglio come compilare le informative sull'uso dei cookie per il nostro sito web o applicativo.

Installare e configurare Matomo

A questo punto è evidente che passare a Matomo sia la scelta migliore da fare, se non altro quantomeno da un punto di vista etico.

L'installazione è piuttosto semplice, si tratta di configurare un server con MySQL. È utile acquistare un servizio di hosting apposito, scaricare i file di Matomo e infine caricarli tramite client FTP come Filezilla. A questo punto seguiamo la guida di installazione di Matomo e includiamo il codice di monitoraggio nel nostro sito o applicativo.

Se hai dubbi o necessità contattaci, ti daremo l'assistenza necessaria oppure possiamo configurare noi la tua installazione di Matomo!

Server-side tracking

Il Server Side Tracking di Matomo funziona tramite l'uso di apposite librerie da installare nel server in cui è configurato il software di Matomo. In poche parole, significa monitorare il traffico degli utenti sul nostro sito web o applicativo in modo sicuro e preciso.

Approfondimento: Server Side Tracking: come funziona e perché potrebbe essere il futuro del monitoraggio Web Analytics

Matomo per Wordpress

È disponibile anche un plugin Matomo per Wordpress. Poichè Wordpress funziona già con MySQL, generalmente non è necessario configurare un server separato, anche se rimane comunque la scelta consigliata, perché è meglio tenere divisi il database di Wordpress da quello di Matomo.